RAFFAELLO SIMEONI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Controentu manifesto



CONTROENTU
IL MANIFESTO


Dopo oltre dieci anni di incursioni nelle musiche del mondo come leader dei Novalia, RAFFAELLO SIMEONI debutta come solista con un disco e uno spettacolo che segnano la sua piena maturità artistica. Controentu, realizzato con la collaborazione tra gli altri di Nando Citarella e Massimo Giuntini dei Modena City Ramblers, risuona di armonie e ritmi radicati nel cuore del Mediterraneo dove il richiamo alle proprie radici, evidenziate da canzoni intense e coinvolgenti ispirate alla tradizione dell’Alto Lazio, si irradia verso direzioni insolite, come la lauda religiosa del francescanesimo medievale, confermando la felice ispirazione poetica e musicale dell’autore di brani come Ebla, dal 1996 sigla del programma televisivo “Mediterraneo”. Ballate dal grande impatto emotivo si alternano con ritmi serratissimi in un sentire antico ma cosmopolita, amplificato da un idioma musicale che si colora di accenti bretoni e balcanici. Un autentico viaggio nel tempo e nello spazio, dal Rinascimento ai suoni della metropoli contemporanea, con la rotta puntata verso echi e suggestioni di un mondo lontano, in una sorta di archeologia sonora con risultati di straordinaria fascinazione. In un gioco a incastro tra stili di epoche diverse, un frammento o anche poche note della tradizione sono sufficienti per riesumare, restituendola interamente trasformata all’orecchio dell’ascoltatore, la forza di uno straordinario patrimonio di suoni e melodie, a torto relegato nel mondo della memoria. Un brano storico della tradizione laziale, Donna Lombarda, si trasforma così in un toccante inno femminista ante litteram, mentre il ricordo delle laudi medievali diventa l’occasione per levare un canto sulla fatica di una vita fatta di stenti e sacrifici.

Dai solchi del cd si ha quasi l’impressione di ascoltare il soffio del vento che da sempre batte valle e alture del reatino, portandovi profumi e sapori di altri mondi, alla ricerca di un qualcosa di ancora indefinito, “fino alla fine del mondo”, forse il brano più bello di tutto l’album.Abbandonata ogni indulgenza verso facili contaminazioni, la forza e l’originalità del nuovo progetto di Raffaello Simeoni si evidenzia soprattutto nei suoni che esaltano le straordinarie capacità vocali di un musicista che passa con rara disinvoltura e bravura dall’organetto alla ghironda, dal flauto alla cornamusa, trascinando l’ascoltatore in un vertiginoso succedersi di suoni, ritmi e armonie. Posto sotto il segno della poesia di Franco Pistoni, voce recitante nel brano d’apertura, Controentu è impreziosito, da un punto di vista grafico, dalla mano di Paolo Gattuso, disegnatore de La gabbianella e il gatto e di Totò Sapore.Già vincitore del premio Recanati, Raffaello Simeoni per le sue doti vocali e la sua abilità di polistrumentista, ha collaborato con un gran numero di artisti, da Giovanna Marini a Claudio Baglioni, da Riccardo Tesi a Alexander Balanescu della Michael Nyman Band, da Daniele Sepe a Eugenio Bennato. Ha composto musiche per film e spettacoli teatrali, tra i quali Sotto la luna di Franco Bernini con Claudia Gerini, Matrimoni della Comencini con Diego Abatantuono e Stefania Sandrelli, Breviario mediterraneo di Maurizio Panici con Omero Antonutti. Ha svolto anche un’intesa attività di divulgazione e didattica sulle tradizioni popolari, con l’organizzazione di rassegne, incontri con le scuole, corsi e laboratori di strumenti musicali, curando anche la realizzazione di video e volumi.

Torna ai contenuti | Torna al menu